Prima di avventurarsi in un qualsiasi progetto, bisogna costruire attorno ad esso un ambiente consono che ci faciliti il lavoro. È fondamentale per chi dovrà mixare avere tutto sotto controllo, in maniera ordinata e schematica, senza dover pensare a sistemare questo o quello… per esempio:

  • avere tutte le tracce in ordine, allineate e della stessa durata
  • attribuire dei colori ai vari strumenti per riconoscerli a colpo d’occhio
  • raggruppare i canali in Cartelle da comandare all’unisono
  • avvicinare ogni traccia Bus agli strumenti che controlla
  • sfruttare Template e Preset per velocizzare l’inserimento dei plugin sui canali

Quando si inizia a mixare bisogna concentrarsi solo su quello, procedendo con interventi veloci e mirati al miglioramento del suono. Muoversi intuitivamente, primo per risparmiare tempo prezioso, secondo perché dopo un po si perde la concentrazione, rischiando di non essere mai convinti di quello che si fa. Una breve pausa per far riposare le orecchie e poi avanti di nuovo.

Anche controllare mail-cellulare-social influisce sull’esito del lavoro, quindi dedicatevici in un secondo momento.