Iniziato il mixaggio dell’album dei Voice of Mind, come anticipato sarà di stampo acustico quindi tutto il più naturale possibile, niente trigger sulla batteria, pochi fronzoli.

È stato microfonato bene e suona figo così com’è (con un pizzico di orgoglio) quindi gli interventi necessari saranno pochi. A livello stereofonico riempirà bene le orecchie, metteremo giusto un po di condimento per amalgamare il tutto.

Durante la prima fase mi ha fatto compagnia il batteraio, molto utile per sistemare sin da subito alcuni dettagli ed impostare il sound come desiderato dalla band. Abbiamo iniziato con le percussioni, subito dopo chitarre e basso per definire il tappeto melodico su cui costruire il resto. Ho poi continuato da solo, migliorato alcuni suoni, rifatto altri, aggiunto effetti ed automazioni. Ulteriore sessione a parte col singer per costruire i diversi livelli vocali.

Suona tutto bello compatto. Un po di pepe sul mix bus ed è già tempo di girare le tracce alla band per approvazione. Appena avrò il via libera inizierò il Mastering.